AMIETIP

TIENITI AGGIORNATO TRAMITE IL NOSTRO FEED!

Ultime News
A+ R A-

Ultime News

La nascita: 5 proposte per migliorare la sicurezza di madre e neonato

La gravidanza, il parto e la nascita sono eventi naturali della vita che nella grande maggioranza dei casi si svolgono senza complicazioni e si concludono felicemente.

In Emilia-Romagna i dati sull’assistenza materna e neonatale sono buoni ma si può fare di piĂą. Le societĂ  scientifiche firmatarie di questo manifesto, che si occupano di gravidanza, parto e nascita, concordano sulle seguenti azioni che possono contribuire a migliorare ulteriormente l’assistenza:

1 - ATTENTA VALUTAZIONE DELLE GRAVIDANZE: quelle fisiologiche (definite anche a basso rischio) è appropriato vengano assistite dalle ostetriche, invece quelle a rischio devono essere seguite dal medico specialista (ostetrico-ginecologo), affiancato dall’ostetrica e, se necessario, da altri specialisti.

2 - ASSISTENZA ALLA GRAVIDANZA E AL PUERPERIO IL PIĂ™ POSSIBILE VICINE ALLA RESIDENZA della donna comprendendo, se necessario, anche l’assistenza domiciliare da parte di personale ostetrico e/o infermieristico.

3 - TUTTI I PARTI DEVONO ESSERE ASSISTITI PRESSO STRUTTURE IN CUI NASCANO ALMENO 1000 BAMBINI ogni anno. Una gravidanza fisiologica solo raramente si conclude con un parto complicato, ma quando ciò accade in maniera imprevista diventa spesso una emergenza. Solo la presenza di un gruppo di professionisti (ostetrico-ginecologo, ostetrica, neonatologo, anestesista-rianimatore, infermiere) con una buona esperienza e abituati ad affrontare le emergenze ostetriche garantisce a madre e bambino/a la miglior assistenza possibile.

4 - NELLE GRAVIDANZE A RISCHIO IL PARTO DEVE SVOLGERSI IN STRUTTURE DI SECONDO LIVELLO, in cui è presente una terapia intensiva neonatale.

5 - PER GARANTIRE IL BENESSERE DELLA DONNA E DEL/LA SUO/A BAMBINO/A l’assistenza deve essere attenta e rispettosa delle esigenze e delle tradizioni delle singole coppie madre/bambino/a; gli ambienti devono essere confortevoli e permettere la permanenza di una persona scelta dalla donna. Deve essere inoltre garantito il contatto pelle-pelle mamma-bambino nelle prime due ore dopo il parto per favorire, tra l’altro, un buon avviamento dell’allattamento al seno.

5 punti per migliorare la sicurezza di gravidanza, parto e nascita

L’obiettivo di questo manifesto è fornire maggiori garanzie alle famiglie che aspettano un bambino.

Si tratta di proteggere sia la naturalitĂ  della gravidanza e del parto che le rare, ma possibili complicanze.
La gravidanza ed il parto sono eventi naturali della vita in cui si crea e rafforza il legame mamma-bambino, che è alla base della futura salute fisica e psicologica del bambino e della sua famiglia.

Proteggere la naturalitĂ  della gravidanza e del parto significa:

– garantire alla donna un percorso integrato tra ospedale e territorio prima e dopo la nascita

– differenziare la presa in carico delle gravide in base alla valutazione del rischio, indirizzando le donne a basso rischio verso un’assistenza demedicalizzata e quelle ad alto rischio verso un’assistenza medico-multispecialistica, in ospedali attrezzati

– consentire pratiche fisiologiche e protettive come il ritardato clampaggio del cordone ombelicale, il contatto pelle- pelle precoce, prolungato e indisturbato tra mamma e bambino, il sostegno all’avvio e al mantenimento dell’allattamento al seno e la pratica del rooming-in, vale a dire il neonato tenuto in stanza con la mamma fino alla dimissione dall’ospedale,

– fornire sostegno all’allattamento e sostegno psicologico alle mamme dopo la dimissione, presso i consultori.

Il parto può, seppur raramente, presentare complicanze per mamma e bambino.

Due-quattro volte ogni 1000 parti può verificarsi una asfissia, cioè un insufficiente apporto di sangue ed ossigeno al bambino, che può essere contrastata da una rianimazione rapida ed efficace in grado di ridurre morte e paralisi cerebrale a distanza. Gran parte del futuro del bambino asfittico si gioca nel primo minuto dopo la nascita (definito il “minuto d’oro” o “un minuto per la vita”). Una buona rianimazione richiede il lavoro coordinato di piĂą persone esperte. Il volume di attivitĂ  dei professionisti sanitari, esattamente come in ambito chirurgico, condiziona il risultato delle cure. La letteratura scientifica è concorde nell’affermare che dove sono state attuate politiche sanitarie di ridefinizione dei punti nascita allo scopo di aumentare il numero di parti assistiti per singolo centro, si è ottenuto un dimezzamento della mortalitĂ  neonatale o della frequenza di asfissia neonatale.

Nel nostro Paese l’Accordo Stato-Regioni del 16.12.2010 prevedeva la riorganizzazione dei punti nascita e, a questo fine raccomandava di adottare stringenti criteri per la riorganizzazione della rete assistenziale, fissando il numero di almeno 1000 nascite/anno quale parametro standard a cui tendere, nel triennio, per il mantenimento/attivazione dei punti nascita. La possibilitĂ  di punti nascita con numerositĂ  inferiore e comunque non al di sotto di 500 parti/anno, potrĂ  essere prevista solo sulla base di motivate valutazioni [...].

In Italia al 2014 esistevano ancora 133 punti nascita con meno di 500 nati. In Emilia- Romagna, nell’ambito di un percorso di riorganizzazione tuttora in corso, sono attualmente ancora attivi 4 punti nascita tra 500 e 1000 nati e 5 punti nascita con meno di 500 nati.

Lo scopo di questo documento è fornire alle famiglie raccomandazioni basate sulla migliore evidenza scientifica affinchĂ© possano effettuare una scelta informata del luogo del parto in merito a naturalitĂ  e sicurezza.

Hanno partecipato alla conferenza stampa:
prof. Fabio Facchinetti (Soc. italiana medicina perinatale)
Dr.ssa Gina Ancora (Soc. italiana neonatologia)
Dr. Giacomo Biasucci ) (Soc. italiana pediatria)
Dr. Leonardo Loroni (Accademia medico-infermieristica di emergenza e terapia
intensiva pediatrica)
Dr. Massimo Farneti (Associazione Culturale Pediatri)
Dr. Alessandro Balestrazzi (Fed. Italiana Medici Pediatri)

Accordo IRC-AMIETIP 2017-2018

Il Presidente AMIETIP ed IRC guardano avanti con OCULUS VR e rinnovano per altri 2 anni l'accordo che prevede quote agevolate per l'iscrizione alle due societĂ :

- pagare una quota agevolata per essere socio IRC (Medici € 65,00 anzichè € 85,00 - Infermieri € 30,00 anzichè € 40,00) ed essere iscritto all'Albo Istruttori Corsi Base (potendo svolgere tale attività senza pagare ulteriori quote);

- chi invece è già iscritto ad IRC paga la quota agevolata AMIETIP (Medici € 40,00 anzichè € 60,00 - Infermieri e Medici in formazione € 20,00 anzichè € 30,00).

 

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10211962814015117&set=pcb.10211962948138470&type=3

irc_amietip_1.jpg

 

 

 

 

 

irc_amietip_2.jpg

 

 

Competenze infermieristiche avanzate e specialistiche: lo stato dell'arte - 16 aprile 2016 Bologna

Competenze infermieristiche avanzate e specialistiche: lo stato dell'arte

Bologna - 16 aprile 2016

Policy Statement: trattamento farmacologico da parte degli infermieri nell'emergenza territoriale.

Il Presidente Paolo Biban spiega al Sole 24 Ore di cosa si occupa AMIETIP e introduce al Congresso di Bolzano!

Il prezioso lavoro di Amietip, l'Accademia medica infermieristica di emergenza e terapia intensiva pediatrica.

Il quarto Congresso nazionale è in programma a Bolzano dal 10 al 12 dicembre. l'evento spiegato sul Sole 24 ore dal Presidente Paolo Biban.

Linee guida ERC 2015

SURVEY sulla SEMI-INTENSIVA PEDIATRICA (S.I.Ped.)

La Commissione “SEMI-INTENSIVA PEDIATRICA” nata nell’ambito dell’Accademia Medica e Infermieristica di Emergenza e Terapia Intensiva Pediatrica (AMIETIP) si propone 3 obiettivi prioritari:
1) Studiare, nella realtà Ospedaliera Pediatrica Italiana, i bisogni di un’Unità di Semi-intensiva Pediatrica (S.I.Ped.) (o“Cure Intermedie”) che si ponga come risposta assistenziale nel campo dell’Emergenza-Urgenza, anche considerando l’aumentato numero di pazienti con patologie complesse e/o croniche.
2) Formulare i criteri di ricovero/dimissione in Reparto di Semi-intensiva per le varie tipologie di pazienti
3) Identificare i fabbisogni formativi sia del Personale Medico che Infermieristico che lavori in ambito Semi-intensivo e pianificare corsi ad hoc

In relazione all’obiettivo n.1, vi chiediamo di rispondere al seguente questionario:

https://docs.google.com/forms/d/17fJled7LO_jBB_vV-imDcuvbxB7N3nTvGic03R83X6g/viewform?c=0&w=1&usp=mail_form_link

 

Grazie da parte della Commissione

3° CONGRESSO NAZIONALE AMIETIP 2014 - ISCRIZIONI ONLINE

Carissimo Socio,

Ti comunico che sono aperte le iscrizioni on line al 3° Congresso Nazionale AMIETIPche si terrà a Bologna dal 27 al 29 Novembre 2014 e di cui allego il programma definitivo.

Ti prego di prendere nota della procedura che dovrai seguire per iscriverti al Congresso:

-          Clicca sul link:  Iscrizioni online

-          Clicca sulla frase “CREA UN NUOVO UTENTE INDIVIDUALE”

-           Si aprirà una pagina con “PROFILO UTENTE”: dovrai dare il consenso obbligatorio solo alla prima nota informativa, le altre sono facoltative

-           Inserisci poi i tuoi dati anagrafici e di residenza (i campi con gli asterischi sono obbligatori)

-          Al paragrafo successivo “DATI ECM” inserisci (tramite i menù a tendina):

  •  il tuo inquadramento professionale (dipendente, libero professionista, etc)
  •  la professione (Medico Chirurgo, Infermiere, Infermiere Pediatrico)
  •  la disciplina (da specificare solo per il Medico Chirurgo)
  •  dopo aver inserito i dati richiesti, clicca sulla barra verde “CLICCA QUI PER AGGIUNGERE QUESTA SPECIALIZZAZIONE”
  •  per terminare la procedura, clicca su “REGISTRA”
  • IMPORTANTE: se invece sei uno Specializzando o Laico (e non puoi raccogliere i crediti ECM), seleziona la frase “PARTECIPERĂ’ A QUESTO EVENTO COME UDITORE O COME SPECIALIZZANDO” e lascia vuoti i successivi campi; fatto questo, clicca su REGISTRA.

-        Si apre quindi una nuova pagina dove dovrai selezionare la tua categoria di iscritto e la relativa quota di iscrizione  

-        Clicca su “PROSEGUI”

-        Si aprirà una nuova pagina relativa alle sessioni congressuali: spunta il riquadro “3° CONGRESSO NAZIONALE AMIETIP”

-        Se desideri iscriverti anche ad uno dei CORSI PRE-CONGRESSUALI, spunta il corso a cui vuoi iscriverti; ti ricordiamo che i corsi pre-congressuali sono a pagamento, a numero chiuso;  inoltre, potrai iscriverti ad un solo corso della mattina ed uno solo del pomeriggio, dato che si svolgeranno in contemporanea

-        Seleziona nel menu a tendina sotto ciascun corso scelto la tua categoria di iscritto

-        Clicca poi su “PROSEGUI”

-        A questo punto, comparirà il riepilogo dell’iscrizione effettuata, con il costo totale da pagare

-        Clicca su “PROSEGUI NELL’ACQUISTO”

-        Seleziona la modalità di pagamento:

    • Se pagherai con bonifico bancario, i dati bancari per effettuare il pagamento, saranno riportati nell’e-mail finale che riceverai a conferma della corretta iscrizione;
    • Se pagherai con carta di credito, dovrai compilare i campi relativi ai dati della carta richiesti dalla procedura PayPal. Congress Lab provvederĂ , successivamente, ad inviarti la relativa fattura via e-mail.

NOTE IMPORTANTI:

 

1)Riceverai due messaggi e-mail che il sistema invia in automatico:

il primo messaggio riporta i tuoi dati di accesso (username e password)qualora tu volessi accedere nuovamente al sistema per correggere/modificare i tuoi dati anagrafici o per iscriverti in un secondo tempo ad un corso pre-congressuale. La password potrà essere modificata fin dal primo accesso, andando sul campo “Password” che si trova nel paragrafo “Dati anagrafici e nazionalità”; ti consigliamo di personalizzare la password utilizzando una parola/codice facile da memorizzare.

Il secondo messaggio attesta l’esito positivo della registrazione e riporta i dettagli della tua iscrizione, ivi inclusi gli estremi bancari per effettuare il bonifico bancario nel caso che tu abbia scelto questa modalità di pagamento.

 

2)una volta perfezionata l’iscrizione, NON E’ POSSIBILE effettuare on line modifiche AL CORSO PRE- CONGRESSUALE selezionato. Per variare l’iscrizione al corso pre-congressuale è necessario scrivere una mail ad Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; la segreteria verificherà la disponibilità dei posti e, se possibile, effettuerà la modifica richiesta. La Segreteria provvederà ad inviarti una mail di risposta alla tua richiesta di variazione.

 

 

Novita' per le iscrizioni ad AMIETIP per il 2014 e 2015

Visualizza le novità contenute nell’accordo intersocietario AMIETIP ed IRC per il biennio 2014-2015 per gli istruttori di corsi pediatrici.

Per maggiori dettagli, apri i seguenti allegati.

Pagina 1 di 2

TIENITI AGGIORNATO TRAMITE IL NOSTRO FEED!

L'associazione, no-profit, ha i seguenti scopi, tutti perseguiti nell'intento della solidarietĂ  sociale: Promuovere e sostenere il ruolo e la valorizzazione della ricerca scientifica nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'aggiornamento dei medici e degli infermieri Svolgere attivitĂ  di collaborazione con il Ministero della Salute e le Istituzioni per migliorare la qualitĂ  dell'assistenza nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'efficacia e l'efficienza del sistema nazionale dell'urgenza-emergenza sanitaria pediatrica Promuovere l'integrazione culturale, organizzativa e funzionale tra tutte le componenti territoriali ed ospedaliere del sistema nazionale Promuovere iniziative di educazione dei cittadini sulle tecniche di primo soccorso nel bambino e sul corretto uso delle strutture pediatriche dell'emergenza-urgenza. Promuovere iniziative di educazione e pratica per la prevenzione degli incidenti in etĂ  pediatrica

L'associazione, no-profit, ha i seguenti scopi, tutti perseguiti nell'intento della solidarietĂ  sociale: Promuovere e sostenere il ruolo e la valorizzazione della ricerca scientifica nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'aggiornamento dei medici e degli infermieri Svolgere attivitĂ  di collaborazione con il Ministero della Salute e le Istituzioni per migliorare la qualitĂ  dell'assistenza nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'efficacia e l'efficienza del sistema nazionale dell'urgenza-emergenza sanitaria pediatrica Promuovere l'integrazione culturale, organizzativa e funzionale tra tutte le componenti territoriali ed ospedaliere del sistema nazionale Promuovere iniziative di educazione dei cittadini sulle tecniche di primo soccorso nel bambino e sul corretto uso delle strutture pediatriche dell'emergenza-urgenza. Promuovere iniziative di educazione e pratica per la prevenzione degli incidenti in etĂ  pediatrica

L'associazione, no-profit, ha i seguenti scopi, tutti perseguiti nell'intento della solidarietĂ  sociale: Promuovere e sostenere il ruolo e la valorizzazione della ricerca scientifica nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'aggiornamento dei medici e degli infermieri Svolgere attivitĂ  di collaborazione con il Ministero della Salute e le Istituzioni per migliorare la qualitĂ  dell'assistenza nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'efficacia e l'efficienza del sistema nazionale dell'urgenza-emergenza sanitaria pediatrica Promuovere l'integrazione culturale, organizzativa e funzionale tra tutte le componenti territoriali ed ospedaliere del sistema nazionale Promuovere iniziative di educazione dei cittadini sulle tecniche di primo soccorso nel bambino e sul corretto uso delle strutture pediatriche dell'emergenza-urgenza. Promuovere iniziative di educazione e pratica per la prevenzione degli incidenti in etĂ  pediatrica

L'associazione, no-profit, ha i seguenti scopi, tutti perseguiti nell'intento della solidarietĂ  sociale: Promuovere e sostenere il ruolo e la valorizzazione della ricerca scientifica nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'aggiornamento dei medici e degli infermieri Svolgere attivitĂ  di collaborazione con il Ministero della Salute e le Istituzioni per migliorare la qualitĂ  dell'assistenza nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'efficacia e l'efficienza del sistema nazionale dell'urgenza-emergenza sanitaria pediatrica Promuovere l'integrazione culturale, organizzativa e funzionale tra tutte le componenti territoriali ed ospedaliere del sistema nazionale Promuovere iniziative di educazione dei cittadini sulle tecniche di primo soccorso nel bambino e sul corretto uso delle strutture pediatriche dell'emergenza-urgenza. Promuovere iniziative di educazione e pratica per la prevenzione degli incidenti in etĂ  pediatrica

L'associazione, no-profit, ha i seguenti scopi, tutti perseguiti nell'intento della solidarietĂ  sociale: Promuovere e sostenere il ruolo e la valorizzazione della ricerca scientifica nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'aggiornamento dei medici e degli infermieri Svolgere attivitĂ  di collaborazione con il Ministero della Salute e le Istituzioni per migliorare la qualitĂ  dell'assistenza nel campo dell'emergenza-urgenza e terapia intensiva pediatrica Promuovere l'efficacia e l'efficienza del sistema nazionale dell'urgenza-emergenza sanitaria pediatrica Promuovere l'integrazione culturale, organizzativa e funzionale tra tutte le componenti territoriali ed ospedaliere del sistema nazionale Promuovere iniziative di educazione dei cittadini sulle tecniche di primo soccorso nel bambino e sul corretto uso delle strutture pediatriche dell'emergenza-urgenza. Promuovere iniziative di educazione e pratica per la prevenzione degli incidenti in etĂ  pediatrica




Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro utilizzo. Informativa estesaAccetto